Domani al via le scuole nel Fiorentino tra costi, bonus e feste decise in autonomia da ogni scuola

DiGiulia Visconti

Settembre 14, 2023

L’Inizio dell’Anno Scolastico a Firenze: Scuole Autonome Organizzano Ponti e Festività, Bonus per Gli Studenti e Sfide Economiche per le Famiglie.

Il suono delle campane annuncia l’inizio di un nuovo anno scolastico a Firenze e dintorni. Ma quest’anno, le scuole stanno mettendo in mostra la loro autonomia, organizzando i giorni di sospensione delle lezioni e le festività in modo creativo. Mentre gli studenti si preparano per il primo giorno di scuola, ci sono molte novità da tenere d’occhio.

Scuole Autonome, Ponti Creativi

Ogni scuola ha il potere di decidere come organizzare il proprio calendario scolastico, e alcune stanno sfruttando questa autonomia per creare ponti e festività uniche. Ad esempio, il liceo scientifico Da Vinci ha deciso di prolungare le vacanze dell’Immacolata e della Liberazione, anticipando così il Natale e la Festa della Repubblica. Nel frattempo, il comprensivo Pieraccini ha pianificato un doppio ponte di quattro giorni, mentre il Marco Polo prenderà una settimana di pausa dal 25 aprile al 1° maggio. Questa flessibilità offre agli studenti più tempo libero durante l’anno scolastico.

Bonus e Agevolazioni per Gli Studenti

Ma quanto costa il ritorno a scuola per le famiglie? Secondo Federconsumatori, i costi del materiale scolastico sono aumentati del +6,2% rispetto al 2022. La spesa complessiva per il corredo scolastico, compresi i “ricambi”, ammonta a circa 606,80 euro per ogni alunno. Inoltre, il costo dei libri è in aumento, con una spesa media di 502,10 euro per i testi obbligatori più 2 dizionari, registrando un +4% rispetto all’anno precedente.

Tuttavia, ci sono anche buone notizie per gli studenti e le loro famiglie. Gli studenti della Metrocittà possono richiedere il “Pegaso metropolitano”, un biglietto unico per tramvie, autobus urbani ed extraurbani e treni a tariffe speciali. La Città Metropolitana ha stanziato anche un fondo straordinario di 2 milioni di euro per fornire agevolazioni agli studenti delle scuole superiori residenti nella provincia di Firenze. Gli studenti universitari con un ISEE inferiore a 36mila euro possono ottenere un abbonamento annuale a soli 50 euro. Le domande sono aperte fino al 5 ottobre 2023.

Sfide Economiche per le Famiglie

Nonostante le agevolazioni, i costi restano elevati, incidendo notevolmente sulle famiglie. Le spese per dispositivi tecnologici, come computer, webcam, microfono, antivirus e programmi, variano da 393,88 euro a 3.844,90 euro, con un aumento del +2,3% rispetto al 2022. Questi costi si sommano alla spesa per la connessione internet.

Per aiutare le famiglie in difficoltà, ci sono misure a livello comunale e regionale che prevedono buoni, agevolazioni o gratuità dei testi scolastici per le famiglie a basso reddito. Tuttavia, nonostante queste misure positive, molte famiglie si trovano ancora a fare i conti con la sfida economica dell’istruzione.

Molte librerie a Firenze offrono libri usati, un’alternativa economica all’acquisto di libri nuovi. Questa pratica sta diventando sempre più popolare, specialmente tra gli studenti delle scuole medie, dei licei e degli istituti tecnici.

In conclusione, mentre le scuole fiorentine si preparano ad accogliere gli studenti, i costi, le agevolazioni e le festività autonome stanno ridefinendo l’esperienza scolastica per le famiglie e gli studenti di Firenze. Le sfide economiche rimangono, ma le famiglie cercano soluzioni creative per far fronte a questo nuovo anno scolastico.

Scuole Calenzanesi: Investimenti per un Anno Scolastico di Successo

Nel vicino comune di Calenzano, le scuole sono pronte ad accogliere gli studenti con lavori di adeguamento e manutenzione da circa 450mila euro. Il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici, Alberto Giusti, e l’assessora alla Pubblica Istruzione, Laura Maggi, hanno effettuato un sopralluogo per verificare il completamento dei lavori, garantendo così un ambiente educativo ottimale per gli studenti.

Questi interventi includono la posa di giunti alle travi in cemento per garantire l’adeguamento normativo della staticità degli edifici, la sostituzione delle porte dei bagni negli spogliatoi, il miglioramento dell’area esterna del Comprensivo con la creazione di un nuovo parcheggio, e miglioramenti al nido “Il Trenino” per risolvere i problemi dell’impianto di riscaldamento e migliorare le condizioni delle aule. Questi investimenti dimostrano l’impegno delle scuole calenzanesi nell’offrire un ambiente sicuro e confortevole per gli studenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *