Abbattimento di Pini al Piazzale delle Cascine: interrogazione sui motivi

DiGiulia Visconti

Ottobre 20, 2023

Un’interrogazione comunale è stata presentata in merito all’abbattimento di pini presso il Piazzale delle Cascine a Firenze. L’interrogazione, proposta dal Consigliere Comunale Federico Bussolin del Gruppo Consiliare Lega Salvinì Firenze, solleva importanti questioni sulle ragioni di questa operazione e la sua conformità al Regolamento del Patrimonio Arboreo della città.

L’Operazione all’Università di Agraria

Il 16 luglio 2023, sono stati condotti interventi di abbattimento di alberi, in particolare pini, dinanzi alla Facoltà di Agraria presso il Piazzale delle Cascine. Questa operazione ha suscitato domande e preoccupazioni riguardo alla sua necessità e alle ragioni che hanno portato a tale azione.

Il Regolamento del Patrimonio Arboreo

Per comprendere meglio la situazione, il Regolamento del Patrimonio Arboreo di Firenze fornisce una serie di linee guida e criteri per l’abbattimento degli alberi. Il regolamento stabilisce chiaramente le situazioni in cui è permesso abbattere alberi di proprietà comunale.

In particolare, l’articolo 5 del regolamento elenca diverse circostanze che giustificano l’abbattimento, tra cui il pericolo per la pubblica incolumità, la tutela fitosanitaria, lo stato vegetativo irrimediabilmente compromesso, il danneggiamento grave di fabbricati, infrastrutture e sottoservizi, la necessità di diradare gruppi arborei troppo fitti, esigenze di natura architettonica e paesaggistica o derivanti dall’aggiornamento di assetti urbani.

Interrogativi Sollevati dall’Interrogazione

L’interrogazione del Consigliere Bussolin solleva due interrogativi principali:

  1. L’abbattimento degli alberi è stato motivato da una somma urgenza?
  2. Gli alberi abbattuti rientravano tra le fattispecie previste dall’articolo 5 del Regolamento del Patrimonio Arboreo?

Questi interrogativi sono fondamentali per valutare la legalità e la necessità dell’operazione di abbattimento degli alberi. La risposta alle domande sollevate nell’interrogazione fornirà maggiore chiarezza sui motivi che hanno portato a questa azione e sulla sua conformità alle regole stabilite per la tutela del patrimonio arboreo di Firenze.

Una Risposta Attesa

La comunità di Firenze ora attende una risposta da parte del Sindaco e dell’Assessore competente, che dovrebbero spiegare i motivi dietro l’abbattimento degli alberi e confermare se l’azione è stata effettuata in conformità al Regolamento del Patrimonio Arboreo. Queste risposte saranno fondamentali per comprendere meglio il contesto di questa operazione e per garantire che il patrimonio arboreo della città sia preservato in modo appropriato per le generazioni future.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *