Addio a Kurt Hamrin l'”Uccellino” svedese: leggenda della Fiorentina e icona del calcio

DiNicola Biagi

Febbraio 4, 2024

Il calcio italiano piange la scomparsa di una vera leggenda: Kurt Hamrin, noto come l'”Uccellino”, è deceduto a Firenze all’età di 89 anni. Il calciatore svedese ha lasciato un’impronta indelebile nelle menti dei tifosi, specialmente di quelli della Fiorentina, squadra con cui ha trascorso nove stagioni indimenticabili.

Nel 1958, Hamrin si è trovato a sostituire l’immensa figura di Julinho, compito arduo che ha svolto con maestria, guadagnandosi il soprannome di “Uccellino” per la sua agilità e versatilità in campo. Dopo aver rigenerato la sua carriera a Padova con Nereo Rocco, Hamrin ha vestito le maglie di Milan e Napoli, contribuendo a conquistare trofei importanti.

Con 151 gol in campionato, una Coppa delle Coppe, due Coppe Italia e una Mitropa Cup, Hamrin ha dimostrato di essere non solo un prolifico marcatore ma anche un giocatore completo. Il suo impatto sulla Fiorentina è stato particolarmente significativo, essendo il bomber assoluto della storia del club con 208 gol in 362 gare ufficiali.

Oltre alla sua carriera calcistica, Hamrin è diventato un fiorentino d’adozione, trasformando il campo in un palcoscenico di emozioni indimenticabili. La notizia della sua scomparsa ha suscitato profonda tristezza non solo tra i tifosi viola ma anche nell’intero mondo del calcio.

Ricordo di Nardella, Fiorentina, Milan e Napoli

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha ricordato Hamrin come una leggenda che ha scelto Firenze come casa, trasmettendo tutta la passione della città attraverso il suo gioco straordinario. La Fiorentina ha espresso il suo cordoglio, sottolineando che Hamrin rimarrà per sempre un’icona per gli appassionati di calcio.

Il Milan ha reso omaggio a Hamrin, protagonista di successi indimenticabili nella storia rossonera, mentre il Napoli ha ricordato il privilegio di averlo avuto tra le sue fila per due stagioni.

Oltre alla sua carriera sportiva, Hamrin, quinto figlio di un imbianchino, ha intrapreso attività di commerciante e, fino al 2008, è stato talent-scout per il Milan in Toscana. La sua vita, segnata da successi sul campo e contributi significativi al calcio italiano, lascia un vuoto nel cuore di chi ha avuto la fortuna di condividere la sua straordinaria avventura calcistica e umana.

La redazione di Firenzenews rivolge le più strette condoglianze alla famiglia Hamrin per la scomparsa del caro Kurt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *