“Pulcherrima testimonia: tesori nascosti nell’arcidiocesi di Firenze” al Salone di Donatello della Basilica di San Lorenzo

DiMargarida Ferreira Rodrigues

Febbraio 10, 2024

Il Salone di Donatello della Basilica di San Lorenzo ospita le oltre duecento opere della mostra curata dal diacono Alessandro Bicchi e dalle storiche dell’arte Chiara Bicchi, Susanna Cialdai e Annalisa Innocenti. L’allestimento si compone di autentici capolavori d’arte frutto di ricche committenze ma anche di oggetti più semplici, realizzati per piccole parrocchie di campagna. Opere molto diverse fra loro per qualità artistica, tecniche e materiali: dipinti su tavola e su tela, crocifissi, statue, oreficerie, reliquari, arredi e paramenti, tabernacoli, libri e codici, fino a umili rosari.

La mostra è articolata nelle sezioni: “Gesù Cristo”, “La Vergine Maria”, “I Santi”, “Suppellettili sacre”, “Arredi liturgici” e “Arredi Tessili”, più una dedicata alle opere recuperate dal Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. Fra i capolavori il dipinto di Alessandro Allori “Gesù Cristo flagellato si riveste” (1596), la scultura di Giovanni Pisano “Madonna con Gesù Bambino” (1343-1368), oreficerie, una pisside in avorio di origine Normanna, un calice del 1300, una croce in rame del 1200 e un imponente Crocifisso in pietre dure con il Cristo realizzato da un blocco unico di calcedonio. L’esposizione nasce da una catalogazione durata 10 anni con la compilazione di oltre 271 000 schede.

Dal 7 dicembre all’8 settembre

Pulcherrima testimonia: tesori nascosti nell’arcidiocesi di Firenze

Basilica di San Lorenzo, Piazza San Lorenzo, Firenze

Ingresso gratuito

Orario: da lunedì a sabato 10-17h30

Info: 055 214042 – www.sanlorenzofirenze.it – www.operamedicealaurenziana.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *