Salute: dal 23 febbraio ripartono i corsi Lilt Firenze per smettere di fumare

DiNiccolò Ferretti

Febbraio 13, 2024
A coordinarli è la psicologa Claudia Bricci: “Il 60% abbandona le sigarette. Chi ci ricasca può contare però sugli incontri di sostegno”

Il 60% dei fumatori che partecipano ai corsi abbandona le sigarette. È possibile grazie agli incontri del Gruppo di Disassuefazione dal Fumo promosso dalla Lega italiana lotta ai tumori di Firenze per aiutare i fumatori a rinunciare per sempre alle sigarette. I corsi ripartono dal 23 febbraio. Si svolgeranno nella sede Lilt di viale Giannotti, il martedì e il venerdì dalle 19h30 alle 21h e saranno condotti dalla dottoressa Silvia Marini, su coordinamento della psicologa-psicoterapeuta Claudia Bricci.

“Il metodo Lilt è un metodo dolce, non si smette da un giorno all’altra ma gradualmente”, spiega Claudia Bricci. “È focalizzato a risolvere gli aspetti psicologici della dipendenza dal tabacco ma fondamentale è il sostegno reciproco che si crea nel gruppo”.

Il corso si articola in tre fasi, la prima comprende le motivazioni personali e l’auto-osservazione, la seconda lo stop al fumo, la terza il mantenimento e il sostegno all’ex-fumatore. Le sedute sono otto.

“Smettere di fumare  non è un obiettivo irraggiungibile” commenta il presidente di Lilt Firenze Alexander Peirano. “La maggior parte delle persone che seguono i nostri Gruppi di Disassuefazione dal Fumo abbandona le sigarette, alcuni per sempre altri per un lungo periodo, che comunque contribuisce a portare dei benefici alla salute. Per chi ricasca nella dipendenza dal tabacco, o anche per chi vuole semplicemente informazioni, vengono organizzati degli incontri di sostegno, che ripartono quest’anno: gli incontri saranno a inizio febbraio, a maggio e in autunno”.

Per ulteriori informazioni:
055 576939
info@legatumorifirenze.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *