Scatta e dona: il contest fotografico “La Bellezza dell’Anima” arriva a Firenze

DiMargarida Ferreira Rodrigues

Febbraio 26, 2024

Firenze, una città intrisa di storia e cultura, è pronta a mostrare la sua vera essenza attraverso gli obiettivi delle macchine fotografiche dei suoi cittadini. La Fondazione Solidarietà Caritas di Firenze e il Rotary Firenze hanno collaborato per lanciare il concorso fotografico “La Bellezza dell’Anima”, un’iniziativa volta a catturare la quotidianità dei fiorentini e le loro relazioni umane per sostenere la Casa di Accoglienza San Paolino.

Dal 1° marzo al 15 aprile, tutti coloro che desiderano partecipare potranno immortalare la città e i suoi abitanti, mostrando la bellezza nascosta nei gesti quotidiani e nelle interazioni umane. Il concorso prevede tre categorie: “La Bellezza dell’Anima nei Rapporti Interpersonali”, “La Bellezza dell’Anima di Firenze” e “La Bellezza dell’Anima di Piazza San Paolino e delle Zone Limitrofe”.

Le fotografie migliori selezionate saranno protagoniste di un calendario il cui ricavato andrà a sostenere la Casa di Accoglienza San Paolino, un luogo che offre sostegno a donne e uomini soli, nuclei familiari e persone ultracinquantenni in situazione di alta fragilità.

“Le foto hanno la capacità di catturare l’autenticità di certi momenti e di certi luoghi, cogliendone l’essenza”, afferma Vincenzo Lucchetti, presidente della Fondazione Solidarietà Caritas di Firenze. “Le foto più belle diventeranno un calendario che ci aiuterà a raccogliere risorse per garantire i servizi a Casa San Paolino, struttura di accoglienza dove sono ospitate donne sole, nuclei familiari, uomini soli e persone ultracinquantenni in situazione di alta fragilità”, sottolinea Lucchetti.

Marzio Cacciamani, responsabile della commissione Rotary Firenze, enfatizza l’idea di fermarsi un attimo per apprezzare il mondo che ci circonda. ”L’idea nasce dal potersi soffermare un attimo per cogliere un momento. In un mondo sempre più veloce caotico e turbolento, abbiamo bisogno di vedere e non guardare. La foto ci permette di apprezzare dove siamo ma soprattutto con chi siamo e cosa percepiamo. Vuol essere un inno alla lentezza. Un modo per fermarsi e far fermare il mondo che ci gira intorno a noi”, afferma Cacciamani.

Il concorso, aperto a tutti tranne che ai fotografi professionisti, offre l’opportunità di partecipare attraverso il formulario disponibile al seguente link: Link al Form di Partecipazione.

DiMargarida Ferreira Rodrigues

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *