“La merce più preziosa”: una fiaba terribile sulla Shoah si svela a Firenze

DiMargarida Ferreira Rodrigues

Ottobre 23, 2023

In anteprima al Teatro Goldoni di Firenze, Il Teatro delle Donne presenta “La merce più preziosa”, uno spettacolo basato sul romanzo di Jean Claude Grumberg, uno dei più grandi scrittori e drammaturghi francesi. Questa produzione teatrale racconta in modo splendido e terribile l’orrore dell’Olocausto. Lo spettacolo fa parte del Festival AvampostiTeatro 2023 ed è in scena sabato 28 e domenica 29 ottobre alle 20:30.

“La merce più preziosa” è diretto da Claudia Della Seta e vede sul palco Sofia Diaz e Antonio Fazzini. Questa commovente storia è narrata a tre voci: il taglialegna, la taglialegna e la madre di una bambina gettata da un treno merci che attraversa l’Europa senza sosta. Le “merce” trasportate da questo treno sono donne, uomini, anziani, bambini, ebrei. In un gesto d’amore e disperazione, si cerca di salvare almeno uno dei due gemelli destinati a diventare cenere.

La storia è ambientata su un treno che percorre la tratta Pithiviers-Drancy. Ad ogni stazione, le persone decedute vengono scaricate. Questo è il racconto storico, la cruda realtà.

Tuttavia, c’è anche una favola. La taglialegna, troppo anziana per avere figli, crede che il bambino sia un miracolo del “Dio dei treni” perché le è stato donato da una mano che sporge dal finestrino del treno nel bosco. Il bambino è avvolto in un magnifico scialle d’oro e d’argento che lei crede sia stato tessuto dalle fate. In realtà, si tratta di un tallit, uno scialle di preghiera ebraico, ma sono chiamati “senza-cuore” da quelle parti.

La narrazione si snoda tra la favola vissuta dalla taglialegna e la cruda realtà storica raccontata da Dinah, la madre vera della “piccola merce”, Rose, Rouchale, ormai ridotta a cenere. Questa è una storia di resilienza e solidarietà femminile, una storia d’amore. Fino alla fine.

Il Festival Avamposti Teatro 2023, organizzato dal Teatro delle Donne, ha come tema “Streghe”. Fino a dicembre 2023, il festival offre una vetrina per la nuova drammaturgia e il teatro contemporaneo, con uno spazio dedicato a giovani autori e autrici. In programma ci sono 14 spettacoli in scena a Firenze, Scandicci e Sesto Fiorentino, tra cui prime assolute come “Lo straordinario dell’ordinario”, “Witch is”, “Conversations After Sex” e “Arlecchino servitore del prodotto interno lordo”.

Il programma completo, le prenotazioni e le prevendite sono disponibili sul sito ufficiale Teatro delle Donne (tel. 055 2776393 – teatro.donne@libero.it) e online su TicketOne. I biglietti hanno prezzi che vanno da 5 a 15 euro, con sconti per over 60, under 25, soci Coop, Arci, Uisp, ATC, residenti nei Quartieri 4 e 1 e iscritti ai corsi di formazione del Teatro delle Donne.

Il Festival Avamposti Teatro 2023 è organizzato con il contributo della Fondazione CR Firenze e con il sostegno del Teatro Maggio Musicale Fiorentino, del Comune di Firenze-Estate Fiorentina, del Ministero della Cultura, della Regione Toscana, di Toscana Energia, della Città Metropolitana di Firenze, del Comune di Scandicci e di Unicoop Firenze, in collaborazione con Intercity Festival, Quartieri 1 e 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *