Turismo: aumento del 22% di matrimoni di coppie straniere in Italia nel 2023

DiMargarida Ferreira Rodrigues

Febbraio 7, 2024

Il 2023 ha visto un notevole aumento dei matrimoni di coppie straniere celebrati in Italia, con una crescita del 22,3% rispetto all’anno precedente. I dati, emersi da un’indagine condotta dal Convention Bureau Italia su un campione di 814 imprenditori della filiera, mostrano un crescente interesse da parte delle coppie straniere a scegliere l’Italia come location per il loro matrimonio.

Destinazioni preferite e tendenze emergenti:

  • Toscana e Puglia in testa: le regioni più ambite per i matrimoni stranieri sono la Toscana e la Puglia, con un crescente interesse anche per luoghi insoliti come vigne, castelli e residenze storiche.
  • Nuove preferenze: le coppie straniere tendono a prediligere luoghi insoliti e atmosfere da favola rispetto agli alberghi e ristoranti tradizionali.
  • Aumento del fatturato: il settore del Destination Wedding ha registrato un aumento del 34% nel fatturato, passando da 600 milioni di euro nel 2022 a 803 milioni di euro nel 2023.

Dati finanziari e coinvolgimento internazionale:

  • Spesa Mledia: la spesa media per evento è stata di circa 59 mila euro nel 2023, con un aumento del 10% rispetto all’anno precedente.
  • Coinvolgimento internazionale: le coppie straniere provenienti da Paesi come Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Svizzera, Australia, Canada e India hanno contribuito in modo significativo all’aumento dei matrimoni celebrati in Italia.

Tendenze emergenti nel 2024:

  • Micro matrimoni e fughe d’amore: le tendenze emergenti per il 2024 includono micro matrimoni con pochi invitati, fughe d’amore con massimo dieci invitati, e Wedding week che prevedono festeggiamenti prolungati per più giorni.
  • Matrimoni verdi e rinnovi della promessa: si osserva un aumento dei Green Wedding, matrimoni con un’impronta ecologica, e dei rinnovi della promessa, dove le coppie celebrano un secondo matrimonio simbolico.

Dichiarazioni delle autorità:

  • Ministro del Turismo Daniela Santanchè: il ministro sottolinea l’importanza del matrimonio in Italia come elemento distintivo che riconosce lo status economico e culturale delle famiglie, evidenziando l’interesse per le radici italiane e le destinazioni meno conosciute.
  • Ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso: Urso sottolinea il ruolo chiave dell’industria del matrimonio nel promuovere il Made in Italy e il turismo delle radici, offrendo un’opportunità di differenziazione dell’offerta turistica.
  • Presidente di Convention Bureau Italia Carlotta Ferrari: Ferrari distacca il successo della strategia di promozione mirata del Convention Bureau Italia e l’importanza dei dati emersi dall’indagine per il settore del Destination Wedding in Italia.

In generale, l’Italia continua a emergere come una delle principali destinazioni per matrimoni internazionali, attratte dalla sua bellezza, cultura e tradizione, con una previsione di crescita costante anche per il 2024.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *