BOLOGNA-FIORENTINA 2-0

DiNicola Biagi

Febbraio 15, 2024

La Fiorentina perde meritatamente e malamente a Bologna nel derby dell’Appennino. I ragazzi di mister Italiano trovano davanti a se un Bologna cinico, determinato e tonico che conduce una gara praticamente perfetta. La Fiorentina dopo un buon berve avvio nei primi minuti, subisce gol nel suo momento migliore. Un errore difensivo consente ad Orsolini di portare in vantaggio la squadra felsinea. Un lancio illuminante che taglia il campo giunge sui piedi del numero 7 rosso blu che entra in area viola, s’accentra e batte Terracciano con un tiro preciso sul secondo palo.

La Fiorentina non ci sta e due minuti dopo potrebbe pareggiare, un tiro di Bonaventura dalla distanza viene respinto dal portiere avversario Ravaglia in corner. Dagli sviluppi poi una rimessa di Kayode con le mani diventa pericolosa in area bolognese. La palla spiove in piena area, Belotti e Bonaventura contrastano e lottano con la difesa padrona di casa, la palla di rinterzo giunge a Nico Gonzalez che viene colpito da due nette scarpate dei difensori bolognesi. Il fallo da rigore c’è ed è netto, ma l’arbitro Chiffi inspiegabilmente fischia un fallo in attacco della Fiorentina lasciando perplessi tutti.

Un fallo inesistente che non trova alibi se non quello del direttore di gara abile a nascondersi dietro ad un dito. La gara però la fa il Bologna, la Fiorentina appare contratta e al 36′ Orsolini raddoppia con un calcio di punizione, ma il gol viene annullato dall’intervento del Var per un fuorigioco di Posch che tocca il pallone in posizione irregolare. Nella ripresa la Fiorentina appare più insistente nella ricerca del pareggio, crea come sempre molto ma finalizzare è dura, complice il Bologna che sembra averne di piú. La squadra di mister Thiago Motta si chiude in difesa a gestire il vantaggio, chiude bene ogni spazio, raddoppia su quasi tutti i palloni e appena può cerca veloci ripartenze.

Un gioco ben preparato, studiato ed accurato quello del Bologna che legittima la vittoria. Due occasioni in apertura di ripresa per il Bologna mettono i brividi ma prima Kayode che salva su Zirkzee e poi un aperta di Terracciano tengono vive la Fiorentina. Al 67′ Una punizione dal limite di Biraghi passa la barriera e per poco non sorprende Ravaglia, fortunato nell’occasione, non trattiene ma la difesa del Bologna allontana. La Fiorentina prova a rimettere la gara in piedi ma si scontra col muro bolognese e in pieno recupero, dopo aver creato ma finalizzato poco, subisce il gol del raddoppio definitivo con Odgaard. Lykogiannis scende veloce sulla sinistra e mette in mezzo un cross che trova Odgaard libero sul secondo palo, giusto il tempo di coordinarsi e tirare in corsa che il raddoppio è servito. Si chiude così una gara da dimenticare alla svelta per la Fiorentina, una sconfitta pesante che riporta i mali in superficie ma della quale non tenere conto.

Serve restare tutti uniti fino alla fine, sostenere la squadra e affrontare la stagione al meglio che è ancora lunga. Il Bologna apparso superiore tiene le distanze in classifica portando a 5 punti il distacco sulla Fiorentina e rimettendo in parità il conto degli scontri diretti. La Fiorentina perde una gara che poteva tenerla più vicina di adesso alla zona Europa ma resta tutto aperto, alla luce del fatto che in 7 punti ci sono 6 squadre in corsa per le qualificazioni europee.

Servirà per restare attaccati al treno europeo, trovare una continuità di risultati come quella avuta nel girone di andata, senza tralasciare gli impegni di coppa. Forza dunque con la testa alla prossima a delicata trasferta contro l’Empoli, un altro derby che attende la Fiorentina chiamata ad un nuovo esame.

Nicola Biagi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *