La Savino Del Bene Volley a cinque minuti da una storica finale di Coppa Italia

DiGiulia Visconti

Febbraio 17, 2024

Una partita dalle mille emozioni, ricca di ribaltamenti e combattuta fino all’ultimo set, vede la Savino Del Bene Volley sconfitta al tie break da un’Allianz Vero Volley Milano in grado di aggiudicarsi il biglietto per la finale di Coppa Italia in programma per domenica 18 febbraio.

La Savino Del Bene Volley, che da quasi 1500 giorni non si presentava alla fase finale della coppa nazionale, non è riuscita ad imporsi nella semifinale contro la formazione lombarda ed a regalarsi così il sogno della prima finale in questa manifestazione.

I rimpianti non mancano, perché la Savino Del Bene Volley è arrivata ad un passo dallo storico traguardo, ma vanno riconosciuti i meriti di una Milano che si è presa sul campo il diritto di andare a sfidare Conegliano in finale.

Per la squadra di Barbolini, al termine di una combattuta sfida durata due ore e dodici minuti, restano comunque tanti aspetti positivi da cui ripartire, dal primo set vinto per 21-25 con grande caparbietà, per arrivare alla reazione messa in campo dopo aver perso la seconda e la terza frazione di gioco per 25-16 e 25-17.

Dopo aver incassato due passivi pesanti la Savino Del Bene Volley ha infatti offerto una bella reazione nel quarto set, imponendosi per 14-25 e prolungando la partita fino al tie break.

Nel quinto e decisivo set la formazione di coach Barbolini è rimasta attaccata a Milano fino al 6-6, ma non è poi riuscita a tenere il passo di Egonu e compagne e si è arresa per 15-10.

Per Milano sono state decisive le migliori percentuali in attacco e un muro solido, mentre alla Savino Del Bene Volley non è bastato imporsi nella battaglia degli ace, terminata 6-7 per le scandiccesi, e concludere con una maggior efficienza in ricezione.

Una Egonu da 25 punti ed una Folie che, con 18 punti a referto si è presa il titolo di MVP, hanno trascinato Milano al successo. Nelle fila della Savino Del Bene Volley invece rimane da sottolineare una bella prova di Antropova, autrice di 29 punti, e di Herbots, solida in ricezione e positiva in attacco.

Archiviato l’impegno di Coppa Italia, la formazione di coach Barbolini volerà ora verso la Turchia dove, mercoledì 21 febbraio, sarà chiamata ad affrontare le campionesse del mondo dell’Eczacibasi nella gara d’andata dei quarti di CEV Champions League.

La cronaca

L’Allianz Vero Volley Milano di coach Gaspari scende in campo con il 6+1 composto da Orro al palleggio, Egonu da opposto, Daalderop e Sylla in banda, Rettke e Folie da centrali. Castillo il libero.

Coach Barbolini risponde schierando al palleggio Ognjenović, Antropova come opposto, Zhu Ting e Herbots in banda, con la coppia di centrali composta da Nwakalor e Carol. Il ruolo di libero titolare è affidato a Parrocchiale.

1° Set

Due servizi decisamente diversi per aprire il primo set: Orro spedisce fuori la sua prima battuta, mentre Antropova mette subito a segno un ace (0-2). Milano arriva al pareggio con Daalderop che, approfitta di una ricezione sbagliata e segna il 3-3. Due punti consecutivi di Antoprova consentono alla Savino Del Bene Volley di tornare sul +2 (4-6), ma il Vero Volley ritrova la parità con il 6-6 realizzato su battuta da Egonu. La Savino Del Bene Volley va avanti di tre lunghezze in occasione del 7-10 messo a terra da Carol, ma Milano non si fa staccare e passa al comando sul 12-11 grazie a tre punti consecutivi di Egonu. Il pareggio della Savino Del Bene Volley arriva sul 13-13, mentre il sorpasso è ad opera di Antropova, che scardina il muro di Folie per il 13-14. La gara procede nel segno dell’equilibrio e le due squadre tornano in parità sul 16-16. Un nuovo allungo della formazione di Barbolini porta il risultato sul 17-20: grande salvataggio di Herbots e schiacciata di Antropova che fa esultare il pubblico scandiccese. La Savino Del Bene Volley riesce a conservare il vantaggio e ad aggiudicarsi il set proprio con Antropova che, dopo aver segnato l’ace del 20-24, mette a terra anche il punto del 21-25.

2° Set

La sfida riprende con Zhu Ting che confeziona il punto dello 0-1 e con la stessa atleta cinese ad esibirsi in una “specialità della casa”: il suo celeberrimo roll shot porta il punteggio sul 2-3. Folie pareggia per Milano (3-3), poi inizia l’allungo della formazione lombarda che, grazie soprattutto ad Egonu e Daalderop, si porta sull’8-4. Barbolini decide di far ricorso ad un time out, ma l’avanzata del Vero Volley si interrompe solo in seguito ad un errore al servizio di Egonu (12-5). Il vantaggio della squadra milanese continua a crescere e Rettke con due punti consecutivi, di cui l’ultimo su ace, porta il risultato sul 15-6. Il vantaggio dell’Allianz Vero Volley Milano va in doppia cifra grazie ad un muro di Folie (18-8) e la squadra di Gaspari tocca anche il +11 in seguito al 19-8 realizzato da Egonu. La seconda frazione si conclude 25-16 con il Vero Volley che si aggiudica il set con il punto decisivo realizzato a muro da Folie.

3° Set

Il Vero Volley inizia la terza parte di gara come aveva fatto nella seconda, tanto che sull’8-4 in favore della formazione milanese, arriva una richiesta di tempo per coach Barbolini. La Savino Del Bene Volley prova a rientrare e accorcia sul 9-6 con due punti in fila di Antropova, Milano però non si fa raggiungere e anzi va in vantaggio di cinque punti con il 13-8 messo a segno da Folie. Un errore di Herbtos vale addirittura per il +6 di Milano, la Savino Del Bene Volley abbozza poi una reazione e torna a quattro lunghezze di ritardo dopo un ace di Nwakalor (15-11). La formazione di Barbolini non riesce ad avvicinarsi ulteriormente e anzi, con un primo tempo della solita Folie, Milano si riporta sul +6 (20-14). Il Vero Volley arriva anche ad otto lunghezze di vantaggio (22-14), con la Savino Del Bene Volley che cerca di reagire: i punti di Villani (23-16) e Nwakalor (23-17) però non bastano e il Vero Volley si porta in vantaggio 2-1 nel conto dei set con il punto del 25-17 realizzato a muro da Daalderop.

4° Set

Dopo due set a senso unico, la quarta frazione inizia maggiormente in equilibrio e con un ace di Carol la Savino Del Bene Volley trova anche il vantaggio per 3-4. Un muro di Antropova porta la squadra di Barbolini sul +3 (3-6), mentre Milano prova ad accorcia con Rettke (4-6). La Savino Del Bene Volley mantiene il vantaggio e con Herbots arriva sul 6-9, mentre poco dopo Antropova segna il 7-11 e obbliga Gaspari al time out. La squadra Barbolini non lascia rientrare Milano ed Herbots firma l’importante punto dell’8-13 e poi quello del 10-15. Poco dopo addirittura Antropova deposita a terra l’ace dell’11-18 e Nwakalor segna in primo tempo per l’11-19. Le lunghezze di vantaggio della Savino Del Bene Volley diventano nove dopo il 13-22 di Herbots, mentre è Carol a realizzare il muro del 14-25 che riporta il conto dei set in equilibrio e porta la gara al tie break.

5° Set

La sfida termina al tie break, con Milano in grado di portarsi avanti per 2-0 e la Savino Del Bene Volley pronta a recuperare con Nwakalor e Antropova (2-2). Dopo una fase di equilibrio è Milano a portarsi avanti sul 9-6, sfruttando le giocate di Rettke ed Egonu. Sotto di tre punti coach Barbolini ricorre ad un time out, ma la Savino Del Bene Volley non riesce a rientrare e dopo un ace di Egonu scivola sul -4. Milano, conquistato un largo vantaggio, non lascia spazio alla rimonta della formazione scandiccese e si impone 15-10 con il muro vincente di una Folie poi eletta MVP della sfida.

Coach Barbolini post partita: “Diciamo che dopo un bel primo set, giocato bene, nel secondo e terzo set non siamo riusciti ad entrare in partita. Le ragazze sono state brave nella quarta frazione di gioco, quando le nostre avversarie sono calate un po’. Peccato perché nel tie break, dopo essere stati in parità sul 6-6, loro sono state più brave ed Egonu ha fatto la differenza in attacco e in battuta. La cosa positiva è che non ci siamo arresi come avevamo fatto altre volte in campionato. Resta il rimpianto perché eravamo a cinque minuti dalla prima finale di Coppa Italia per Scandicci. In quei cinque minuti loro però hanno meritato, perché hanno fatto meglio di noi: hanno difeso bene, battuto forte e non hanno più sbagliato una palla in contrattacco. Brave loro, si sono meritate questa finale.”

Allianz Vero Volley Milano – Savino Del Bene Scandicci: 3-2 (21-25, 25-16, 25-17, 14-25, 15-10)

Allianz Vero Volley Milano: Cazaute, Malual 1, Heyrman n.e., Folie 18, Orro, Prandi, Pusic (L2) n.e., Rettke 14, Bajema n.e., Sylla 11, Egonu 25, Daalderop 13, Candi n.e., Castillo (L1). All.: Gaspari M.

Savino Del Bene Scandicci: Alberti n.e., Herbots 12, Zhu Ting 7, Ruddins 2, Di Iulio, Villani 3, Ognjenovic, Parrocchiale (L1), Armini n.e., Nwakalor 10, Washington (L2), Carol 8, Antropova 29, Diop. All.: Barbolini M.

Arbitri: Florian – Brancati – Cesare

Durata: 2 h 12′ (25′, 23′, 22′, 24′, 15′)

Attacco (Pt%): 46% – 40%

Ricezione Pos% (Prf%): 44% – 57% (32% – 24%)

Muri Vincenti: 12-8

Ace: 6-7

MVP: Folie

Photo Credit: Maurizio Anatrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *