Al Museo Novecento “Different Might be Everything” fino al 18 febbraio

DiGiulia Visconti

Gennaio 26, 2024

Il loggiato al piano terra del Museo Novecento ospita per la prima volta un intervento di Street Art, un’opera site specific realizzata dallo street artist Kraita317, nata in collaborazione con la Street Levels Gallery di via Palazzuolo a Firenze per cura di Sofia Bonacchi. Il lavoro nasce dalle considerazioni sull’opera del 1988 di Maurizio Nannucci, ‘Everything Might Be Different’, esposta nel chiostro del Museo. L’idea di invertire l’ordine semantico delle parole scelta da Nannucci porta al nuovo motto ‘Diverso potrebbe essere tutto’, che indica appunto la volontà di riconoscimento di un movimento ancora sottovalutato, spesso controverso, ma vivo e prorompente, come quello della Street Art. Kraita317 è uno dei principali protagonisti del movimento artistico urbano fiorentino degli ultimi anni, le sue opere astratte e sintetiche rimandano a dialoghi introspettivi e personali che escludono l’uso della parola, facendo leva sulla capacità di forme essenziali e colori primari di evocare sensazioni complesse e sentimenti profondi. Quel che l’artista restituisce è il risultato di un lungo percorso che risponde agli stimoli raccolti e poi assimilati nell’ambiente urbano.

dal 19 gennaio al 18 febbraio

Different Might be Everything

Orario: tutti i giorni 11-20, chiuso giovedì.

Firenze

Museo Novecento

Piazza Santa Maria Novella, 10

Info: 055.286132 – www.museonovecento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *